Celebrato il terzo scudetto nella grande festa Lube

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

perugia_4

Una grande festa tricolore per cinquemila cuori biancorossi

SarĂ  un momento da ricordare per tantissimi motivi la celebrazione ufficiale per il terzo scudetto della Lube Volley, andata in scena lo scorso sabato presso la sede di Cucine Lube a Passo di Treia, in occasione della festa del Gruppo Lube. Dopo l’inaugurazione dello splendido Showroom aziendale (dove è stata realizzata anche la nuovissima sala trofei biancorossa), impreziosita dalla presenza della madrina Sabrina Ferilli, squadra, staff e dirigenti della squadra cuciniera si sono trasferiti sul grande palco, per il via allo spettacolo tricolore.

Una serie senza sosta di emozioni e divertimento per i cinquemila invitati, iniziata con le immagini degli ultimi punti della finale scudetto dello scorso 4 maggio, fino al muro finale di Podrascanin che fa esplodere la folla ancora una volta. Un’emozione suggellata subito dopo dalle parole del presidente onorario Luciano Sileoni e del presidente Simona Sileoni, saliti sul palco per ricordare lo splendido successo Lube.

Festa-scudetto-Lube-2014-10Poi spazio alla premiazione di staff tecnico, medico e dirigenziale, guidata proprio da Sabrina Ferilli insieme al presentatore della serata, Marco Moscatelli. Poco dopo tocca al vice presidente Albino Massaccesi e al direttore sportivo Stefano Recine. E al momento dell’arrivo dei giocatori biancorossi protagonisti dello scudetto, saliti sul palco uno ad uno tra cori dei tifosi e valanghe di applausi, l’incursione delle Iene Matteo Viviani e Filippo Roma, che hanno regalato risate a go go con la loro esilarante intervista doppia a Marko Podrascanin e Michele Baranowicz.

Non finisce qui, arriva il momento del tecnico Alberto Giuliani, che giocava praticamente in casa visto la vicinanza della sua San Severino Marche. Poi la sorpresa, apprezzatissima, dei tre capitani dei tre scudetti tutti insieme sul palco, Miljkovic, Omrcen e Zaytsev: anche per loro una fantastica intervista tripla delle Iene, tra gli applausi e le risate dei cinquemila presenti.

Il gran finale, con l’esplosione di coriandoli per l’arrivo della coppa dello scudetto 2014, parte con l’arrivo del patron Fabio Giulianelli, che evidenzia l’importanza di questo successo e rinnova le ambizioni al vertice in campo aziendale e sportivo, annunciando pure i nuovi acquisti Alessandro Fei e Giulio Sabbi, saliti sul palco tra gli applausi. La festa si chiude sulle note dell’inno ufficiale della Lube Volley, Cuore Biancorosso. Infine, il grande concerto conclusivo che ha fatto cantare e ballare tutti i partecipanti alla festa Lube.

TRE CAPITANI PER TRE SCUDETTI

Tre scudetti, tre capitani. Ecco un altro momento da ricordare per tutti i tifosi biancorossi quello andato in scena sul palco della festa Lube per il terzo tricolore. Ivan Miljkovic, Igor Omrcen e Ivan Zaytsev sono i tre capitani che hanno guidato la societĂ  cuciniera alla conquista dei tre titoli italiani finora conquistati, e ieri chi ha partecipato alla celebrazione ha avuto la possibilitĂ  di vederli tutti insieme a festeggiare, insieme alle coppe degli storici trionfi biancorossi. Una sorpresa davvero bella e memorabile, che ha appassionato i cinquemila presenti.

Tutta la squadra campione d’Italia 2014 è sul palco, ma manca ancora il capitano, non si trova. Il compito di scovare Ivan Zaytsev è delle Iene Matteo e Filippo, che lo cercano nel backstage. Ma invece ecco uscire fuori da dietro le quinte Ivan Miljkovic, l’opposto serbo capitano del primo storico scudetto del 2006: per lui cori e un tripudio di applausi. Al secondo tentativo, la seconda sorpresa: stavolta a spuntare sul palco è Igor Omrcen, l’opposto croato capitano del secondo tricolore biancorosso, conquistato nel bellissimo V-Day del 2012: altra valanga di cori e applausi. Infine, è proprio la madrina Sabrina Ferilli a prendersi l’incarico di trovare e portare sul palco Ivan Zaytsev: il capitano del terzo scudetto solleva la coppa e una marea di coriandoli invade la scena, con il tripudio del pubblico.

Fonte: ufficio stampa Volley Lube

Commenti Facebook

INSERISCI UN COMMENTO