I baby-talenti volano all’Lpm pallavolo Mondovì

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

g_3b22fe13dd

Puntare sulla “linea verde” e quindi sulle giovani giocatrici, specie del territorio, è da sempre la “mission” dell’Lpm pallavolo Mondovì. Una filosofia confermata dalla scelta del nuovo libero che dovrĂ  coordinare la difesa monregalese e raccogliere il testimone dell’esperta Lara Brero che da poco ha lasciato la squadra. Si tratta di Elena Rolando, dall’Alba Volley, che con i suoi appena 15 anni è uno dei baby-talenti della pallavolo femminile a livello nazionale. Ma non lasciatevi ingannare dalla giovane etĂ , Elena Rolando ha giĂ  il piglio della “veterana” e in bacheca può vantare un palmarès eccezionale: 5 volte campione con l’Alba Volley nelle categorie Under 12,13 e 14, di cui quattro volte a livello provinciale e una volta campione regionale nel 2012 (Under 13).

E_5463422a29Nel 2014 viene convocata due volte in stage con la Nazionale Pre-Juniores, ma soprattutto all’inizio di luglio ha vinto il titolo nazionale alle “Kinderiadi” con la selezione Regionale del Piemonte (insieme ad altre tre giocatrici dell’Lpm: Giorgia Ivaldi, Angelica Costamagna e Valentina Campaci). Successo per cui la giovanissima Elena è stata premiata sabato dal Comune di Alba. Senza contare una decina i premi individuali conquistati tra i quali parecchi come “miglior giocatore”. Elena Rolando, albese doc, nella squadra della sua cittĂ  è giĂ  stata titolare in serie D e con le Under 16 e 18: «Ho scelto Mondovì, perchè mi ha offerto un’opportunitĂ  unica: giocare in B1. All’inizio farò fatica, ma ce la metterò tutta, e voglio prendermi delle soddisfazioni. A fine giugno ho fatto giĂ  alcuni allenamenti con l’Lpm e il coach Maurizio Venco. Nei primi allenamenti l’allenatore monregalese mi è stato vicino e mi ha insegnato giĂ  molto: mi è piaciuto questo approccio. Le mie nuove compagne mi hanno accolto subito nel gruppo, senza farmi sentire come l’ultima arrivata, anzi tutt’altro.».

 

L’Lpm Mondovì ufficializza anche un’altra giovane atleta, Federica Cane, banda classe 1997 di Arma di Taggia (Imperia), ma proveniente dalla squadra lombarda dell’Orago: una delle societĂ  piĂą importanti nel panorama nazionale del volley giovanile che vanta nel proprio albo d’oro ben 11 titoli italiani nelle categorie under.

Sotto la guida di Franca Bardelli (ex giocatrice di serie A) e Giuseppe Bosetti – il “guru” del volley femminile giovanili, ex allenatore della nazionale italiana di pallavolo femminile sia junior che senior – Federica nello scorso anno ha partecipato al campionato di serie B1 e oltre a innumerevoli titoli regionali (lombardi) ha vinto il campionato italiano categoria Under 16 nel 2013. «Mi è piaciuto il progetto dell’Lpm – spiega Federica Cane – un “mix di giovani e ragazze esperte, e noi giovani possiamo crescere. Poi sono sicuramente piĂą vicino a casa rispetto a prima. Settimo e Chieri hanno allestito due squadre molto forti, ma secondo me l’Lpm può fare un ottimo campionato come l’anno scorso».

 

Alessandro Fissolo, presidente dell’Lpm Mondovì:

C’è stata molto collaborazione con l’Alba Volley per arrivare all’accordo per Elena Rolando: un risultato che dĂ  lustro ad entrambe le societĂ . Per questo ringraziamo l’Alba Volley che ha speso buone parole sull’Lpm favorendo l’arrivo di questo giovane talento a Mondovì: per noi è molto importante quest’aspetto. Inoltre l’arrivo di Federica Cane è motivo di grande orgoglio: viene dall’Orago societĂ  che ha fatto la storia della pallavolo giovanile italiana. Siamo felici che una loro allieva abbia scelto di proseguire la sua crescita pallovolistica a Mondovì“.

Il ds monregalese Paolo Borello:

Sicuramente la Rolando è un talento unico, ha una capacitĂ  d’interpretare quello che succede in campo, fuori dal comune e se continua a lavorare così farĂ  parlare moto di sĂ©. Federica Cane arriva dalla scuola di Bosetti e si vede: possiede un bagaglio tecnico notevole e tutti i colpi in attacco, quest’ultima caratteristica non facile da trovare nelle ragazze della sua etĂ . Viene a Mondovì, dove frequenterĂ  il liceo scientifico locale, per giocarsi un posto da titolare e avrĂ  degli spazi per crescere e ci auguriamo che si fermi a lungo diventando così un perno dell’Lpm Mondovì“.

Commenti Facebook

INSERISCI UN COMMENTO