Un pareggio a pallavolo? A volte è possibile, con la Copra Volley Piacenza

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

pallavolo maschile copra elior volley

PiacFinisce 2-2 (20-25, 22-25, 25-15, 25-22), ma solo per esigenze di campo (Nordmeccanica Rebecchi impegnata in Champions League nella serata), l’amichevole tra Copra Piacenza e Revivre Milano.
Con l’esigenza di trovare un degno sostituto all’ormai ex opposto Le Roux (partito a fine della scorsa settimana per la Corea del Sud per giocare al Cheonan Hyundai) coach Radici ha avuto l’obbligo di far ruotare e provare la panchina in quel ruolo ora scoperto.
Dopo i primi due set decisamente sottotono e condotti da Milano, Hristo Zlatanov e compagni nei successivi due alzano l’asticella e il ritmo di gioco mettendo in campo una buona prestazione.
Milano parte sicuramente meglio rispetto ai padroni di casa: la battuta out di Alletti (3-5) e il muro di Bencz (8-10) consegnano ai lombardi il +2 poi incrementato da Dos Santos (10-15) fino al +6 dato dall’ace di Veres sull’11-17. Tavares (pallonetto 13-18) e Zlatanov (ace 16-22) cercano di limitare i danni ma il turno in battuta di De Togni è particolarmente fruttuoso: l’ace del 16-23 apre la strada a Bencz (18-24) e favorisce la chiusura di Valsecchi a muro per il 20-25.
Milano replica l’avvio di amichevole anche nel secondo parziale: l’ace di Bencz consegna ai lombardi il +2 (4-6), Kohut lo emula per il 7-9 e per il pareggio del 9-9. Gli errori in battuta e in attacco di Piacenza favoriscono però il nuovo allungo di Milano: De Togni mette a terra il 10-14 e Valsecchi il 16-19. Piacenza si mette in coda agli ospiti con Massari (19-21) e Papi (20-22) ma Milano ha la forza di chiudere poco dopo sul 22-25.
Dopo un inizio punto a punto Piacenza, nella terza frazione, inizia a prendere le distanze dai lombardi con Zlatanov (4-2); Milano si blocca e Piacenza ne approfitta mettendo a segno un filotto che le consegna un break di 8 punti: ter Horst diventa protagonista insieme a Papi e Alletti fino all’11-2. De Togni cerca di limitare i danni con l’ace dell’11-4 ma Massari (ace 16-5), Zlatanov (muro 19-7) e Kohut (23-14) devastano la ricezione avversaria. Il parziale si chiude sul 25-15 dell’ace di Kohut.
Ultimo parziale più equilibrato con Piacenza nuovamente avanti con l’ace di Kohut (8-5), poi è da applausi la sfida tra Dos Santos e Massari (11-8) ai quali si aggiunge Marra, ottimo in difesa. Zlatanov mantiene le distanze (20-16) ma qualche imprecisione in battuta permette ai meneghini di mettere il fiato sul collo ai padroni di casa per il 21-20 di Bencz. Alletti (23-21) apre però le strade per la chiusura di Papi sul 25-22.

 

Andrea Radici (allenatore Copra Volley Piacenza):

“Avevamo in campo delle soluzioni e degli uomini nuovi rispetto al sestetto solitamente visto da inizio stagione ad oggi, l’esigenza era quella di trovare ritmo di gioco e l’aspetto positivo è che si è riusciti nell’intento. Anche la mentalità è stata buona e quindi oltre ad alcune imprecisioni viste in campo posso dire che siamo abbastanza soddisfatti dell’amichevole”.

COPRA PIACENZA: Kohut 11, Rodrigues 2, Zlatanov 15, Alletti 11, Ter Host 8, Papi 11, Mario Junior (L), Massari 9, Tencati 1, Marra, Page. All.: Radici

REVIVRE MILANO: Kauliakamoa 1, Dos Santos 12, De Togni 8, Bencz 14, Veres 12, Valsecchi 6, Rizzo (L), Bermudez 4, Mattera, Patriarca 1, Cerbo, Preti 3. All.: Maranesi

Copra Piacenza
BATTUTA errori 15, ace 6
RICEZIONE positiva 64%, perfetta 43%
ATTACCO 50%
MURI 7

Revivre Milano
BATTUTA errori 15, ace 6
RICEZIONE positiva 47%, perfetta 25%
ATTACCO 47%
MURI 6

Commenti Facebook

INSERISCI UN COMMENTO